Sono tanti gli aspetti del Pilates di cui poter beneficiare durante la gravidanza a livello mentale, fisico ed emotivo:

  • Crea maggior consapevolezza del corpo e della mente;
  • Rinforza il pavimento pelvico e muscoli del “centro”;
  • Migliora la postura;
  • Rinforza e mantiene un corpo sano;
  • Aiuta e previene il dolore alla schiena e al collo così come altri dolori;
  • Lavora sulla respirazione attraverso tecniche che aiuteranno in fase di travaglio;
  • Rilascia endorfine;
  • Insegna alla madre a rilassarsi;
  • Il recupero dopo il parto è più felice;

Una madre felice = bambino felice.

Ecco alcuni consigli da adottare durante la pratica Pilates a partire dal secondo trimestre di gravidanza:

È importante, prima di cominciare, consultare il ginecologo e accertarsi che non vi siano controindicazioni.

COSA EVITARE

  • Lavorare in posizione prona;
  • Eccessivo lavoro sugli obliqui;
  • Roll Down completo;
  • Effettuare esercizi di abduzione/adduzione delle gambe a leva lunga e catena cinetica aperta;
  • Eseguire esercizi in “Curl Up” (flessione toracica) dalla posizione supina;
  • Effettuare esercizi di equilibrio;
  • Effettuare esercizi di profonda flessione, assumere posizioni in cui si va ad accovacciarsi;
  • Assumere posizioni statiche ed effettuare contrazioni isometriche per lungo tempo;

CONSIGLI DA ADOTTARE

  • In posizione supina, accertarsi che la testa sia più alta rispetto al cuore (utilizzare cuscino/i);
  • Allungare i muscoli obliqui;
  • Lavorare molto sul rinforzo e rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico;
  • Aumentare esercizi sul rafforzamento dei muscoli delle braccia e della parte superiore del corpo;
  • Idratarsi anche durante la pratica;
  • Allungare la bassa schiena favorendo gli esercizi di rotazione del bacino;
  • Respirare con continuità favorendo il rilassamento.

La diastasi del muscolo retto dell’addome, o come è spesso definita, la“separazione addominale” si verifica quando vi è una separazione del muscolo retto addominale in due metà – destra e sinistra.

La diastasi non è solo legata alla gravidanza, ci sono molti altre occasioni in cui la separazione dei muscoli del retto può verificarsi:

✔  la causa può essere di tipo genetico;

✔  con aumento del peso, soprattutto negli uomini con “pancia da birra”;

Continua a leggere

Secondo the British Journal of Midwifery fino a 64% delle donne sviluppano problemi di incontinenza durante e dopo la gravidanza.

Con l’allenamento dei muscoli del Pavimento Pelvico (PP) durante una lezione di Pilates, si può dunque ridurre il rischio di incontinenza urinaria.

Continua a leggere

pilates e scoliosi

I benefici del Pilates su soggetti affetti da Scoliosi

Il metodo Pilates costituisce un modo efficace per affrontare la scoliosi.

Per migliorare l’allineamento di un soggetto scoliotico, dev’essere innanzitutto riconosciuta una postura difettosa per poi lavorare quanto più possibile verso una postura ideale al fine di ridurre lo stress sulla colonna vertebrale e promuovere un’attività muscolare dall’efficacia maggiore.

Lo squilibrio muscolare è sia un sintomo che un fattore che contribuisce alla progressione di patologie come la scoliosi. Rieducando i modelli di movimento ed enfatizzando la precisione del movimento, possiamo ripristinare l’equilibrio e ridurre la tensione.

Continua a leggere

Il Pilates, praticato con i grandi macchinari è ideale per far lavorare il corpo con l’obiettivo di ottenere una maggiore fluidità e potenziare gli strati profondi della muscolatura.

Universal Reformer, Cadillac, Chair, Spine Corrector. Questi sono stati studiati e realizzati con l’obiettivo di agevolare il movimento consentendovi di svolgere gli esercizi in modo più mirato e preciso, senza sottoporre a sforzi inutili quelle specifiche zone del corpo che non avete intenzione di stimolare. In questo modo il focus del vostro workout si concentrerà solo sulle parti su cui desiderate intervenire.

Continua a leggere